La testimonianza di Padre Sergio Galimberti, dal Camerun. La popolazione vive in uno stato di povertà dignitosa, con una natura “da combattere” per sopravvivere.

Questo articolo è stato pubblicato su: Missionari Saveriani On Line. Noi vi proponiamo alcuni estratti.

La mia missione l’ho vissuta per la maggior parte in savana, incaricato dell’evangelizzazione dei numerosi villaggi. Ho lavorato quasi tre anni anche in contesto urbano, nella piccola città di Bongor.

In savana è certamente più dura, ma la vita dei piccoli villaggi offre la possibilità di organizzare il tempo in maniera più elastica in rapporto alle esigenze pastorali della vita urbana. Questo mi permetteva di assentarmi un po’ per dedicarmi all’insegnamento, indispensabile per la chiesa locale.

La mia missione l’ho vissuta per la maggior parte in savana, incaricato dell’evangelizzazione dei numerosi villaggi. Ho lavorato quasi tre anni anche in contesto urbano, nella piccola città di Bongor.

In savana è certamente più dura, ma la vita dei piccoli villaggi offre la possibilità di organizzare il tempo in maniera più elastica in rapporto alle esigenze pastorali della vita urbana. Questo mi permetteva di assentarmi un po’ per dedicarmi all’insegnamento, indispensabile per la chiesa locale.

La popolazione vive in uno stato di povertà dignitosa, con una natura “da combattere” per sopravvivere.

La nostra vuole essere solo una WEB Rassegna Missionaria e ci limitiamo alla pubblicazione di alcuni estratti. Il lavoro vero, fatto dagli autori dell’articolo, è giusto leggerlo sul sito per il quale è stato scritto: Missionari Saveriani On Line.