Nel Corno d’Africa da tempo si lavora per una legge “anti-stupro” che ha ricevuto il varo della Camera alta del Parlamento e ora attende l’approvazione del Presidente.

Questo articolo è stato pubblicato su: Comboni Fem On Line. Qui vi proponiamo solo alcuni estratti.

In Somalia, ad esempio, e in Somalialand, la cosiddetta legge “anti-stupro”, la prima per il contrasto della violenza di genere ha ricevuto il varo della Camera alta del Parlamento e ora attende l’approvazione del Presidente.

L’attuale bozza è il risultato di due anni di consultazioni con un’ampia varietà di attori, inclusi anziani, esperti religiosi, esponenti della società civile, organizzazioni femminili, giuristi e diverse agenzie governative.

La causa principale della violenza sessuale contro le donne, in Somalia, Somalialand e nelle regioni meridionali del Paese, è da individuare in una sbagliata relazione di potere tra uomini e donne, esasperata dai cambiamenti culturali che conseguono conflitto e migrazione.

La nostra vuole essere solo una WEB Rassegna Missionaria e ci limitiamo alla pubblicazione di alcuni estratti. Il lavoro vero, fatto dagli autori dell’articolo, è giusto leggerlo sul sito per il quale è stato scritto: Comboni Fem On Line.