Ecco il numero di Aprile 2016 della Newsletter che Missio Prato, mensilmente, lancia in modo digitale e distribuisce, sotto forma di volantino, alle Parrocchie del territorio diocesano.

Non giudicare!

Dove la Chiesa è presente, là deve essere evidente la misericordia del Padre. Nelle nostre parrocchie, nelle comunità, nelle associazioni e nei movimenti, dovunque vi sono dei cristiani, chiunque deve poter trovare un’oasi di misericordia.
Affinché ciò avvenga anzitutto è necessario non giudicare e non condannare.
Gli uomini, infatti, con il loro giudizio si fermano alla superficie, mentre il Padre guarda nell’intimo. Parlare male del fratello in sua assenza equivale a porlo in cattiva luce, a compromettere la sua reputazione e lasciarlo in balia della chiacchiera. Non giudicare invece significa, in positivo, saper cogliere ciò che di buono c’è in ogni persona e non permettere che soffra per la nostra presunzione di sapere tutto.
Questo però non è ancora sufficiente per esprimere la misericordia. Gesù chiede anche di perdonare e di donare. Essere strumenti del perdono, perché noi per primi lo abbiamo ottenuto da Dio. Essere generosi nei confronti di tutti, sapendo che anche Dio elargisce la sua benevolenza su di noi con grande magnanimità.

Papa Francesco, Misericordiae Vultus

Le 3P:

PAROLA: Non giudicate per non essere giudicati; perché col giudizio con cui giudicate sarete giudicati. (Mt 7,1-2)

PANE: Grazie Gesù perché il Tuo giudizio è Amore e Fedeltà!

POVERI: Quando mi trovo con amici che dicono maldicenze su altri intervengo mettendone in evidenza le qualità positive.

Qui trovi l’Archivio delle altre uscite

Fonte: prato.missiotoscana.it