Papa Francesco nel pomeriggio si è recato nella chiesa di San Simone Bar Sabbae di Tbilisi per incontrare la comunità assiro-caldea. Qui ha elevato un’accorata preghiera di pace per la Siria e l’Iraq:

Signore Gesù, unisci alla tua croce le sofferenze di tante vittime innocenti: i bambini, gli anziani, i cristiani perseguitati; avvolgi con la luce della Pasqua chi è ferito nel profondo: le persone abusate, private della libertà e della dignità; fa’ sperimentare la stabilità del tuo regno a chi vive nell’incertezza: gli esuli, i profughi, chi ha smarrito il gusto della vita…

…Imparino la via della riconciliazione, del dialogo e del perdono; fa’ gustare la gioia della tua risurrezione ai popoli sfiniti dalle bombe: solleva dalla devastazione l’Iraq e la Siria; riunisci sotto la tua dolce regalità i tuoi figli dispersi: sostieni i cristiani della diaspora e dona loro l’unità della fede e dell’amore”.

Leggi tutto l’Articolo dal news.va: Dalla Georgia la preghiera del Papa per la pace in Siria e Iraq